Quattro guardie svizzere positive al Coronavirus, aumentano i contagi al Vaticano

Quattro guardie svizzere positive al Coronavirus, aumentano i contagi al Vaticano

Ad esempio, il quartiere è praticamente isolato e sta per essere emesso un divieto di congedo. Tutte le Guardie devono restare nelle proprie stanze in caserma. Blocco totale, inoltre, di ferie e permessi. Le guardie presentano sintomi e sono state poste in isolamento e adesso si sta procedendo al contact tracing. Il portavoce della guardia pontificia, Matteo Bruni, fa chiarezza in una nota. "Per loro è stato disposto l'isolamento a casa ed è iniziata la verifica delle persone che hanno avuto contatti".

Un caso di positività al Covid 19 è stato registrato nella caserma della Guardia Svizzera in Vaticano.

Le misure di prevenzione sono state rafforzate: tutti i membri del corpo, che sono 113 di cui 38 reclute che hanno giurato domenica scorsa, indipendentemente dal fatto che siano in servizio o meno portano ora sia all'interno che all'esterno la mascherina, che era già prevista (insieme alla distanza) in presenza dell'83enne Papa Francesco.

Quattro Guardie Svizzere hanno contratto il nuovo coronavirus, lo comunica la Sala stampa vaticana, affermando che tutte le misure di contenimento sono state approntate.