Professore decapitato vicino a Parigi: aveva mostrato caricature di Maometto in classe

Professore decapitato vicino a Parigi: aveva mostrato caricature di Maometto in classe

L'aggressore è stato ucciso dopo un inseguimento con dieci colpi di pistola dalla polizia a Conflans-Sainte Honorine. Sul caso la Procura nazionale antiterrorismo ha annunciato l'apertura di un'inchiesta per "omicidio in relazione con un'azione terroristica e associazione a delinquere terrorista criminale".

Un uomo è stato ritrovato decapitato a Conflans Saint-Honorine, nella periferia di Parigi. Dalle prime informazioni, un uomo armato di un coltello, sospettato di aver decapitato un individuo, è stato abbattuto dalla polizia a Eragny, nel dipartimento di Val d'Oise. Secondo la testata francese, la vittima era un insegnante di Storia e Geografia del liceo del Bois d'Aulne, presso il quale è stato trovato il cadavere. Il killer sarebbe un 18enne nato a Mosca.

L'attacco è avvenuto nella località di Conflans-Saint-Honorine, all'interno dell'area metropolitana della capitale e secondo le prime indiscrezioni pare che il gesto dell'attentatore sia stato mosso da alcune vignette contro il profeta Maometto recentemente pubblicate. Il giovane avrebbe avuto anche un giubbetto esplosivo. Gli agenti gli hanno intimato di fermarsi, inutilmente, poi hanno aperto il fuoco, uccidendolo.

Nei giorni scorsi l'uomo ha mostrato in classe agli studenti le caricature di Maometto, durante un discorso sulla libertà d'espressione, a quanto riporta il quotidiano Le Monde. Lo si apprende da fonti dell'inchiesta.