Pirlo incensa Cristiano Ronaldo: "È un simbolo del calcio, un piacere averlo"

Pirlo incensa Cristiano Ronaldo:

L'allenatore della Juventus Andrea Pirlo si è raccontato in una piacevole intervista in profondità ai microfoni di Uefa.com, raccontando quali sono le sue idee di calcio e svelando qualche retroscena sulla sua carriera da giocatore: "Dopo essermi ritirato dal calcio giocato mi sono messo a studiare parecchio, settimana dopo settimana, la mia passione cresceva sempre più e quindi è stato un processo naturale diventare allenatore. Magari per loro non é stato facile vedermi all'inizio come allenatore ma dopo pochissime ore hanno capito il mio ruolo ed é stato facile cambiare atteggiamento".

Prendere il meglio da ogni allenatore non esclude la presenza di un punto di riferimento per la panchina, un esempio da seguire. Da Lucescu, che è stato uno dei primi a Brescia, un maestro, a Lippi, Ancelotti, Conte, allo stesso Allegri.

Su Guardiola: "Un esempio per tutti".

Sulla vita da allenatore - "E' più stressante".

Elogi anche per Cristiano Ronaldo, stella della Juventus: "E' un simbolo del calcio mondiale, è un piacere poterlo allenare". Quando ero calciatore decidevo io cosa fare, muovendo certe dinamiche e situazioni in campo. Calcio propositivo che è un punto di riferimento anche per l'allenatore bianconero: "Il mio calcio dev'essere offensivo, per imporre il gioco in tutti gli stadi, anche al Santiago Bernabéu". "Uno che a 35 anni lavora come un ragazzino e ha ancora la stessa passione é un esempio per tutti".