Papa Francesco apre alla tutela legale della coppie omosessuali

Papa Francesco apre alla tutela legale della coppie omosessuali

Se la Chiesa si conforma al mondo, che messaggio dà?

"Gli omosessuali - ha detto il Papa - sono figli di Dio e hanno il diritto a una famiglia". C'è qualcosa che non torna o mi sbaglio?

Caro Gianni, mettiamo in ordine un po' di cose.

In passato, l'allora presidente della Cei, cardinal Bagnasco, aveva definito "irresponsabile indebolire la famiglia, creando nuove figure per scalzare culturalmente e socialmente il nucleo portante della persona e dell'umano". Nessuno dovrebbe essere estromesso o reso infelice per questo.

"Francesco" - questo il titolo della pellicola - riporta le parole del Papa sul tanto dibattuto tema: "Ciò che dobbiamo creare è una legge sulle unioni civili". Dio ti ha fatto in questo modo e ti ama in questo modo e a me non interessa. "Io ho difeso questo". Nel documentario 'Francesco', del regista Evgeny Afineevsky, presentato ieri alla Festa di Roma, il Pontefice pronuncia parole inequivocabili e in un certo senso storiche: "Le persone omosessuali hanno il diritto di essere in una famiglia".

Quella di Papa Bergoglio è stata una svolta importante per il mondo della Chiesa, che ha aperto per la prima volta alle unioni civili per le coppie omosessuali. Gracias Papa Francisco para recordarme quien soy, desde donde llego y que mi fe se quedará tan fuerte, hasta siempre. Tuttavia, non si era mai espresso pubblicamente a favore delle unioni civili come Papa. "Non strumentalizziamo le parole del capo della Chiesa, ma ci auguriamo che abbiano un impatto su quei partiti e quei politici che, anche in Europa, motivano con la loro fede cattolica la loro ferrea opposizione a leggi che garantiscano una famiglia alle persone della comunità LGBT".

Il film è stato proiettato in anteprima mondiale al Festival del Cinema di Roma nella sezione Eventi Speciali, domani la pellicola sarà insignita, nei Giardini Vaticani, del Premio Kinéo, giunto alla 18.ma edizione. "Juan - gli ha detto Francesco - il fatto che tu sia gay non importa". Iniziano a essere tanti questi "casi", troppi.

Non voglio fare un torto all'intelligenza del Papa e dei suoi più stretti collaboratori e pensare che si tratti solo di inciampi comunicativi. "Il caos su un tema così centrale quale è la famiglia".