Nobel per l'economia a Milgrom e Wilson

Nobel per l'economia a Milgrom e Wilson

Il premio Nobel 2020 all'Economia è stato assegnato in maniera congiunta agli statunitensi Paul R. Milgrom e Robert B. Wilsom "per i miglioramenti che hanno approntato alla teoria delle aste e l'invenzione di nuove forme di aste". Il "Premio Bank of Sweden per l'economia in memoria di Alfred Nobel" viene assegnato a loro per "aver migliorato la teoria delle aste e inventato nuovi formati di aste", ha affermato la giuria dell'Accademia svedese.

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Tali strumenti hanno portato enormi benefici, in termini di maggiori guadagni per la collettività, nel caso, per esempio, della famosa asta del 1994 con la quale la FCC assegnò i diritti di utilizzo dello spettro per la trasmissione dei dati dei cellulari, la vendità fruttò 20 miliardi di dollari. Si tratta di meccanismi che entrano nella nostra vita di tutti i giorni: "pensiamo a eBay dove spesso le transazioni sono definite proprio da meccanismi d'asta", spiega Colombo.

"Oggetti dal valore astronomico passano di mano ogni giorno grazie alle aste", si legge ancora nelle motivazioni, "non solo oggetti per la casa, arte e antichità, ma anche titoli, minerali ed energia".

Wilson ha dimostrato che chi punta razionalmente tende a fare offerte sotto la sua stima più alta per il valore comune, preoccupato com'è della winner's curse, di pagare troppo e sostanzialmente perdere. Questa è una osservazione fondamentale che Wilson e Milgrom hanno poi applicato al mercato delle frequenze radio. In primo luogo, i lavoro lavori mostrano come i mercati siano indispensabili per generare un'allocazione efficiente delle risorse, anche di fronte a beni o servizi pubblici (come lo spettro radiotelevisivo o le quote di emissione di CO2).