Mara Venier, parla Maria de Filippi e lei piange: "Cosa ha detto"

Mara Venier, parla Maria de Filippi e lei piange:

La conduttrice si commuove, fatica a parlare: "Mia mamma mi guardava come a dire smettila di crederci". All'amica Mara Venier fa anche una clamorosa rivelazione.

Un parterre di ospiti vario e succulento quello che si prospetta per la prossima puntata di Domenica In.

Durante la conferenza stampa di Domenica In 2020/21 Mara Venier aveva dichiarato che finché non l'avesse vista presente in studio non avrebbe creduto all'ospitata di Maria De Filippi; non resta dunque che attendere le 14:00 di domenica e sintonizzarsi su Rai 1 per accertarsene. "Ti ho sentito con Maria De Filippi che hai raccontato un fatto personale", l'ha pizzicata Renzo riguardo al fatto di aver trascurato un po' Mara in certe fasi della loro relazione. Durante la quale, però, non è riuscita nemmeno lei a trattenere la sua emozioni. Proprio per questo, Maria De Filippi era l'amante di Maurizio Costanzo decidendo così di spiegare per filo e per segno di cosa realmente parlasse.

Non soltanto Maria De Filippi ha svelato alcuni incredibili e, soprattutto, divertentissimi retroscena su Maurizio Costanzo, nel corso della sua intervista a Domenica In, ma ha parlato della sua infanzia e dei suoi genitori. Il 25 novembre la Signora della domenica sarà ospite nel programma in prima serata su Rai1 che Maria De Filippi condurrà insieme a Sabrina Ferilli e Fiorella Mannoia in occasione della giornata contro la violenza sulle donne. Ma il gentil sesso sintonizzato su Rai1 potrà sentirsi appagato dalla presenza in studio di Luca Argentero, in odor di promozione per il ritorno in televisione della serie DOC prodotta da Rai Fiction in collaborazione con la Lux Vide. La scorsa stagione, infatti, sia Mara Venier che la Queen Mary avevano espresso il desiderio di portare in tv il loro incontro, ma la Rai si era opposta.

A Venezia, quando mi ha conosciuto, mi mise in imbarazzo.

Dopo che mi proposero la conduzione di Domenica In, Maria De Filippi fu la prima persona a cui chiamai e le chiesi 'Cosa devo fare?'.

Una sera l'ho chiamato, lei alzò la cornetta dall'altra parte: ci trovammo al telefono in tre. "Credo che tutti ballino meglio di lui". Io sentii la voce di lei che diceva di mettere giù, che dovevano parlare. Io ci speravo, mia madre no, era convinta che non ce la potesse fare.