Mali, liberati due ostaggi italiani: sono padre Maccalli e Nicola Chiacchio

Mali, liberati due ostaggi italiani: sono padre Maccalli e Nicola Chiacchio

Si tratta di padre Pier Luigi Maccalli e Nicola Chiacchio. L'aereo con a bordo i due connazionali è atterrato a Ciampino alle 13,49: ad accoglierli il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il ministro degli Esteri Luigi di Maio. Siamo in continuo contatto con le famiglie dei pescatori.Massimo impegno per il nostro Paese.

"Una bella notizia: padre Pier Luigi Maccalli e Nicola Chiacchio sono finalmente liberi e stanno bene". Ad annunciarlo la presidenza del Mali, dove il missionario cremasco era stato portato in seguito al rapimento da Bomoanga, la missione nella quale operava - per conto di Sma - nel Niger. "Grazie alla nostra intelligence, in particolare all'Aise, e a tutti coloro che hanno lavorato per riportarli a casa".

Padre Maccalli, 59 anni, della diocesi di Crema, fu rapito il 17 settembre del 2018 in Niger, in una missione a circa 150 km dalla capitale Niamey. Il buon esito dell'operazione, oltre a mettere in luce la professionalità, le capacità operative e di relazione dell'intelligence, ha evidenziato anche l'eccellente opera investigativa dell'Autorità giudiziaria italiana ed il prezioso lavoro svolto dalle donne e degli uomini del ministero degli Affari Esteri e dell'intera Unità di Crisi della Farnesina. Erano stati rapiti da un gruppo jihadista. Che Maccalli e Chiacchio fossero vivi lo aveva rivelato "Avvenire" il 6 aprile, citando un video in cui erano presenti o due prigionieri. I due, nelle immagini, avevano solo dichiarato la propria identità. "Padre Pierluigi Maccalli e Nicola Chiacchio, rapiti in Africa tra il 2018 e il 2019, sono liberi e stanno rientrando in Italia!".

Gli altri due ostaggi liberati - Sophie Petronin, 75 anni era l'ultimo cittadino francese in mano a rapitori: era stata sequestrata il 24 dicembre 2016 da un gruppo armato a Gao, nel nord del Mali, dove dirigeva un'organizzazione di aiuto all'infanzia.