Luciano Ligabue rompe il silenzio: la verità sul bacio gay

Luciano Ligabue rompe il silenzio: la verità sul bacio gay

Ligabue però ha voluto mettere le cose in chiaro e, alla presentazione della sua ultima fatica letteraria dal titolo "È andata così - Trent'anni come si deve", al giornalista, che lo intervistava, ha deciso di affidare la sua categorica smentita ridendoci un po' su: "Non ero io". Il mondo dei social si è scatenato ed è partito il toto nome: Ligabue, Biagio Antonacci, Francesco Gabbani. Dunque, l'artista ha aggiunto: "Il danno che ne deriva tocca il diretto interessato, ma anche chi sta leggendo".

Luciano Ligabue: "Bacio gay?" Così, nel corso della presentazione del suo libro "È andata così", il cantante decide di rompere il silenzio e per lanciare l'argomento si lascia andare a un siparietto con Massimo Cotto, che osserva: "Non sapevo fumassi", nella foto il cantante fuma una sigaretta.

"Cotti: "...neanche le catene da rapper, sui jeans a vita bassa... larghi", Ligabue: "I jeans larghi no ma forse la catena mi piacerebbe anche, forse, da usare contro qualcuno, sì".

E in teatro scoppia l'applauso con le risate al seguito. "Attenti alle fake news che minano la credibilità e l'immagine delle persone". "Se volete avere la vostra visione del mondo vicino a una visione del mondo sana, alzate le antenne.", ha concluso. Che non ci mette nulla, poi, a far partire la gogna sui social network.