L'infettivologo Bassetti: "Attenzione, ma basta terrore: ora sappiamo curare il Covid"

L'infettivologo Bassetti:

Liguria - "Appena finito il giro con i miei collaboratori dei pazienti ricoverati con Covid nel reparto malattie infettive".

Anche la quarantena passerà da 14 a 10 giorni, ma non per tutti.

Rispetto ai giorni terribili della scorsa primavera, assistiamo a ricoveri mediamente più brevi, età media (67 anni oggi) leggermente più bassa, malattia più gestibile e letalità praticamente azzerata. Abbiamo ancora qualche caso più complesso, ma questi rappresentano la minoranza. Ciò è evidente, ma non toglie che comunque bisogna essere prudenti e prestare attenzione per evitare che la situazione sfugga di mano: "Non significa dire che va tutto bene, ma si tratta di dare un messaggio di speranza perché abbiamo strumenti e sappiamo come usarli". Completamente diversa. Rassicuriamo gli italiani -conclude- che il covid oggi è una malattia più gestibile e curabile nella maggior parte dei casi. Noi stiamo facendo del nostro meglio. Il giorno dopo il bollettino che parla di oltre 4000 contagiati (8 ottobre), l'infettivologo del San Martino di Genova commenta i dati su Facebook.

"Ora più che mai occorre che tutti i cittadini facciano la loro parte rispettando le misure che conosciamo (D-M-L-V-E), ovvero distanziamento, mascherine, lavaggio mani, vaccinazioni e educazione e rispetto".