Kirghizistan: almeno 120 feriti negli scontri a Bishkek - Ultime notizie

Kirghizistan: almeno 120 feriti negli scontri a Bishkek - Ultime notizie

Migliaia di persone ieri hanno marciato per la strade della capitale dopo che le elezioni hanno visto l'affermarsi di due partiti vicini a Jeenbekov: i risultati hanno visto accedere al Parlamento solo cinque partiti su 16, e uno solo dichiaratamente di opposizione. Lo ha riferito il ministero della Salute kirghiso.

Un gruppo di militari e di forze dell'ordine ha annunciato che inviteranno la polizia e le altre strutture di sicurezza a non prendere misure contro le persone. Scontri sono scoppiati con la polizia che ha usato cannoni ad acqua, lacrimogeni e granate assordanti per disperdere la folla mentre i manifestanti tentavano di assaltare il Parlamento e gli uffici presidenziali; almeno 120 persone sono state ricoverate e una è morta. "Una persona è morta", ha aggiunto il ministero nel suo post su Facebook.

Scontri e tensione alle stelle in Kirghizistan
EPA IGOR KOVALENKO Scontri e tensione alle stelle in Kirghizistan

Inoltre, stando a quanto riportato dal Guardian, le proteste avrebbero portato anche alla scarcerazione dell'ex presidente Almazbek Atambayev, condannato ad 11 anni e due mesi per la sua responsabilità nel rilascio di Aziz Batukaev che nel 2019 era stato accusato di omicidio e di aver innescato dei disordini di massa. I manifestanti hanno cantato: "Il presidente Jeenbekov deve andarsene", mentre i leader dell'opposizione hanno affermato che 10 partiti politici istituiranno un centro di coordinamento congiunto dell'opposizione e firmeranno un memorandum sugli sforzi congiunti per l'annullamento dei risultati elettorali.

Secondo l'Ocse, le elezioni sono state "generalmente ben gestite e i candidati potevano fare campagna elettorale liberamente, ma le accuse credibili di acquisto di voti rimangono una seria preoccupazione"; ha anche sottolineato che la mancanza di trasparenza nel finanziamento delle campagne elettorali e il "divieto di alcune forme di donazione hanno penalizzato i partiti svantaggiati con maggiori vincoli di finanziamento". L'ex capo di Stato sarebbe stato liberato "senza usare la forza o armi" e senza incontrare resistenza da parte delle guardie, ha detto Turdukuov.