Giro d'Italia, impresa di Ganna sulla Sila. Almeida resta in rosa

Giro d'Italia, impresa di Ganna sulla Sila. Almeida resta in rosa

Al Giro d'Italia grande gioia per Filippo Ganna.

"La squadra ha fatto un ottimo lavoro oggi per controllare la fuga e impostare tutto per il finale ma, purtroppo, dopo l'ultima curva mi sono trovato in una posizione sfavorevole e non sono riuscito a partire per lo sprint" ha dovuto ammettere dopo il traguardo. "Un successo che riscatta in parte lo sfortunato ritiro di Thomas" ha spiegato, ovviamente molto soddisfatto, il portacolori della Ineos Grenadiers. Ieri Thomas mi ha inviato un messaggio e mi ha detto di andare in fuga: "in fondo ho solo rispettato gli ordini del mio capitano, anche se purtroppo lui è dovuto tornare a casa". Niente maglia rosa, però, rimasta sulle spalle del portoghese Joao Almeida, che si è difeso strenuamente arrivando terzo con un ritardo di 34 secondi. Una delle frazioni più lunghe dell'edizione numero 103, caratterizzata da tre GPM (l'ultimo di prima categoria), premia il corridore italiano del Team Ineos-Grenadiers che stupisce tutti e fa la differenza in salita prima della discesa conclusiva.