Fano celebra i 100 anni dalla nascita di Gianni Rodari

Fano celebra i 100 anni dalla nascita di Gianni Rodari

Nel 1976, insieme alla partigiana e giornalista Marisa Musu, fondò l'associazione di promozione sociale denominata Coordinamento Genitori Democratici (impegnata a insegnare e praticare i valori di una scuola antifascista, laica e democratica), facente parte del Forum nazionale delle associazioni dei genitori nella scuola, istituito nell'ambito del Ministero della Pubblica Istruzione.

Lultimo commento, in bilico tra lammirazione e la nostalgia, è dellassessore Baucero: “Mi piace pensare che Rodari ci guarderà da una nuvola, lassù, e che ci sorriderà, contento di essere stato ricordato nel modo che avrebbe preferito: in una biblioteca, con una lettura giocosa per i “suoi” ragazzi.”.

Dopo aver conseguito il diploma magistrale, nel 1938 fece il precettore a Sesto Calende presso una famiglia di ebrei tedeschi fuggiti dalla Germania.

In seguito, si appassiona alla scrittura giornalistica: comincia a lavorare come giornalista a Milano, ma negli anni '50 si trasferisce a Roma.

Dopo un primo approccio alla politica in età giovanile con l'Azione Cattolica (di cui è anche presidente a 15 anni), negli anni della guerra si avvicina agli ideali di sinistra. Tradotto in tutto il mondo, Rodari ottenne numerosi riconoscimenti, tra i quali spicca il premio Andersen, che ottenne nel 1970 e che è a buon diritto considerato il Premio Nobel della letteratura per linfanzia. Come tutti i bambini di quegli anni possedevo "I Quindici", i libri del come e del perchè.

Il documentario Rodari 2.0 - Spazio alla parola - in onda sabato 24 ottobre alle 21.10 su laF - vede il rapper italiano Frankie hi-nrg mc ripercorrere la vita e l'eredità culturale di Gianni Rodari da un punto di vista inedito, chiedendosi qual è oggi il potere della fantasia e dell'immaginazione nell'era delle nuove tecnologie e della crescita esponenziale della quantità di immagini cui sono sottoposti i bambini e tutta la società. La grandezza dell'autore di 'Grammatica della fantasia', uscita nel 1973, non è mai stata in discussione, ma ora entra nei Meridiani Mondadori in due volumi: Opere, a cura di Daniela Marcheschi, e Rodari a colori, a cura di Grazia Gotti, che ripercorre la storia delle edizioni dei suoi testi più celebri, impreziosite dalle tavole di artisti come Verdini, Munari, Altan e Mattotti.

La leggerezza che si accompagna alla profondità degli insegnamenti, tipici dei testi di Rodari, verranno pertanto non solo rispettati e mantenuti, ma ampliati e rappresentati attraverso le delicate e divertenti caratteristiche dei personaggi che vivono all'Albero Azzurro. Dal libro La Freccia Azzurra è stato tratto nel 1996 un omonimo film d'animazione di Enzo D'Alò.