Cyberpunk 2077 rimandato ancora

Cyberpunk 2077 rimandato ancora

Nella giornata di ieri, il mondo dell'industria è stato travolto dalla notizia dell'ennesimo rinvio di Cyberpunk 2077; titolo di CD Projekt RED inizialmente atteso per il 19 novembre 2020.

Cyberpunk 2077 fu presentato la prima volta nel 2013 con un teaser trailer.

Il comunicato, firmato da Marcin Iwinski e Adam Badowski, annuncia non solo l'entità del rinvio, che sposta dunque l'uscita del gioco al 10 dicembre 2020 ma anche le motivazioni del terzo rinvio nel giro di poco meno di 7 mesi.

Non c'è pace per Cyberpunk 2077: slitta ancora l'uscita del gioco più atteso dell'anno - Tgcom24
Cyberpunk 2077 rinviato a dicembre, è ufficiale

Sembra che l'ostacolo più grande sia per l'appunto il lancio multipiattaforma: "Dal momento che Cyberpunk 2077 si è evoluto al punto da diventare quasi un titolo next-gen, vogliamo assicurarci che tutto funzioni bene e che ogni versione giri fluidamente". "Sappiamo che può sembrare irrealistico sentirsi dire che 21 giorni possano fare la differenza, ma è davvero così". Non significa però che noi smettiamo di lavorarci sopra o che non aumentiamo la barra della qualità. Al contrario, questo è il momento in cui vengono apportati molti miglioramenti che verranno poi distribuiti tramite una patch al day-one.

Il gioco quindi arriverà nella nuova data sempre su PlayStation 4, Xbox One e PC. Siamo notoriamente pessimi nel giudicare la longevità nei nostri giochi (ricordo che abbiamo stimato che i giocatori avrebbero raggiunto il limite massimo di The Witcher 3 a 100 ore), quindi cerchiamo di non farlo più.

Credimi quando dico che durante lo sviluppo sono state tagliate anche alcune caratteristiche che ancora oggi ti piacciono, forse proprio perché sono state rimosse. Ma come mai se ne perse le tracce per così tanto tempo?