Crotone Juventus: continua la tradizione della famiglia Portanova

Crotone Juventus: continua la tradizione della famiglia Portanova

Partendo dal presupposto che vede la Juve come un cantiere aperto, e con normale delusione per il solo punto conquistato, vedere una squadra che, come detto prima, è viva, che ha chiaro in mente il piano, che nelle difficoltà non si sfalda ma si esalta e che comunque mostra accenni importanti di ciò che può essere è, ad oggi, una buonissima base di lavoro. "Non ha molto tempo, ma non c'erano nemmeno i calciatori a disposizione". Abbiamo sbagliato delle scelte sui tempi del pressing, ma abbiamo bisogno di tempo e di lavorare tutti insieme almeno per un po'. Infatti il gol è nato in una situazione del genere.

Tra i protagonisti Kulusevski che è ancora alla ricerca della posizione migliore: "Deve essere bravo lui a trovare la zona dove dare il meglio durante la partita e creare la superiorità in avanti".

I successi di Milan e Napoli mettono pressione alla Juventus oltre ad Atalanta e Inter: "Sapevamo che la pressione quest'anno sarebbe stata molta".

SCUDETTO- "Ci sono tante squadre attrezzate per il titolo, sarà dura e bisognerà lottare fino alla fine".

ARTHUR- "Ha caratteristiche da calcio spagnolo, gioca corto e non è abituato a guardare davanti".

COSA NON HA FUNZIONATO- "Putroppo nelle ultime due partite siamo rimasti in dieci per nostre leggerezze ed episodi".

DYBALA E CRISTIANO RONALDO- "Dybala non era in condizione a causa di un virus intestinale, mentre Ronaldo è a casa e sta bene". "Speriamo di riaverlo presto".