Covid, l'impennata dei casi indica lo scenario peggiore - Scienza & Tecnica

Covid, l'impennata dei casi indica lo scenario peggiore - Scienza & Tecnica

Sono 3.678 i nuovi casi di coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore, in aumento rispetto ai 2.677 di ieri: dati simili non si raggiungevano da fine aprile. Dopo il caso di positività di un alunno, la scuola aveva deciso, di concerto con Asp, uno screening per tutti, mettendo in quarantena fino al 12 ottobre i compagni del bambino, che torneranno in classe martedì 13 ottobre "Sono davvero felice per i risultati - ha detto il sindaco Sacco - per le famiglie e la tranquillità dei bambini, sia perché questo significa che il sistema di prevenzione scolastico ha funzionato, grazie alla dirigente, agli insegnanti ed a tutti i collaboratori". Di questi, 3.782 sono ricoverati nei reparti ordinari degli ospedali, con un incremento di 157 nelle ultime 24 ore, 337 sono in terapia intensiva, con una crescita di 18 rispetto a ieri, e 58.457 sono in isolamento domiciliare, vale a dire 2.267 in più in un giorno. Male la Lombardia, dove sono 520 i nuovi positivi con i ricoveri in salita di 19 unità. Sono 11 le Regioni in tripla cifra.

Tra le regioni con più nuovi contagi ci sono anche Veneto, 375, e Lazio, 357. La Regione che registra meno contagi è il Molise con 1. Il report sui posti letto su base regionale indica che ci sono 52 posti letto in terapia occupati su 99 disponibili. Ieri, 6 ottobre, si erano registrate 28 vittime e 2.677 nuovi casi. Lo ha affermato il ministro della Salute, Roberto Speranza, precisando che nel Cdm "abbiamo prorogato lo stato di emergenza fino al 31 gennaio".