Covid: Fontana annuncia nuove misure restrittive per la Lombardia

Covid: Fontana annuncia nuove misure restrittive per la Lombardia

E il collega del governatore Fontana, Marsico, era stato inserito tra i consulenti del Nucleo di valutazione degli investimenti pubblici della Regione Lombardia con un compenso di 11.500 euro l'anno, più gettone di presenza di 185 euro a seduta. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana al termine del vertice per valutare nuove restrizioni che si è appena concluso a Palazzo Lombardia. Al vertice erano presenti il prefetto di Milano, Renato Saccone, i capigruppo dei partiti presenti in Consiglio regionale e i sindaci dei comuni capoluogo della Lombardia. C'è stata la massima condivisione e la massima partecipazione nel cercare di portare avanti un discorso condiviso. "Tutti - ha spiegato Fontana, riferendosi agli interlocutori con cui si è confrontati - ritengono che sia necessario che si proceda a una didattica a distanza non assoluta, ma parziale per le superiori, con classi che si alterneranno".

"È evidente che ci sono stati degli errori, ma paura e panico non sono giustificati in questo momento - ha continuato - l'aumento dei casi rilevato è legato al numero molto alto di tamponi e negli ospedali la situazione è ancora gestibile". Nello stesso tempo abbiamo anche chiesto che si cerchi di organizzare una distribuzione dell'inizio delle attività scolastiche. Anche il sistema universitario viene chiamato in causa, a cui si raccomanda l'utilizzo della didattica a distanza, fatta eccezione per le matricole e gli specializzandi. Inoltre abbiamo pensato sia opportuno sospendere ogni attività degli sport di contatto anche per la categoria dilettanti senza sospendere gli allenamenti, e di richiedere al Governo che si insista sullo smartworking se possibile aumentando le percentuali. Ci sono due-tre proposte che presenteremo al Cts. Sottoporremo le due o tre proposte emerse al Cts, come il divieto di consumare bevande su suolo pubblico dopo una certa ora. "Il fatto che il 65% dei nuovi contagiati ha un'età che va dai 19 ai 49 anni dimostra che è un'età giovane che si è un po' lasciata prendere la mano in queste ultime settimane".