Coronavirus, Ricciardi: "Lockdown misura estrema ma allora inevitabile"

Coronavirus, Ricciardi:

Tra i firmatari anche il consulente del governo Walter Ricciardi che, con altri studiosi, ha definito il lockdown - istituito il 9 marzo scorso contro la pandemia da Coronavirus - una "Misura di cieca disperazione".

DUE PIANI - Una prima idea è quella di cercare di andare avanti fino alla fine del girone di andata per poi aprire una fase chiamata "a orologio" dove la classifica verrà divisa per scaglioni e le squadre inizieranno un girone di ritorno nel quale affronteranno solamente le squadre prossime al posizionamento in classifica (ancora da chiarire il numero delle squadre che dovrebbero comporre il mini gruppo).

Riccardi chiarisce quel contestato passaggio dell'articolo del 2 aprile scorso, citato in una nota del rapporto pubblicato dall'Oms il 13 maggio. Spiega poi che in un momento di confusione e strategie confuse in cui era "difficile prevedere gli effetti sull'andamento dell'epidemia" e "nessuno al mondo era preparato, noi siamo stati i primi e abbiamo fatto il possibile prima per contenere".

Playoff Serie A format - Il rinvio di Genoa-Torino e la mancata disputa di Juventus-Napoli hanno nuovamente fatto scattare l'allarme in Serie A. Il massimo campionato italiano sta così cercando di correre ai ripari e di trovare un modo per portare a termine il torneo anche qualora si dovessero moltiplicare le gare saltate. Nel frattempo Dal Pino e Gravina hanno rassicurato Spadafora ma nessuno si aspettava di affrontare una primi crisi dopo il lockdown dopo appena tre giornate di campionato. Il calcio è a rischio come tutte le attività che facilitano la circolazione del virus non vivendo in una bolla. In tempo di pace ci sono delle Regioni, e ce ne sono diverse, che funzionano bene e ce ne sono altre che funzionano malissimo. "Sono misure estreme. Ma ora non ci sono le condizioni, e dobbiamo fare di tutto perché non si verifichino". Ovvero? "La zona rossa: chiudere un palazzo, un quartiere, un paese".