Coronavirus: Oms, 10% popolazione mondiale già infettato

Coronavirus: Oms, 10% popolazione mondiale già infettato

Coronavirus il vaccino potrebbe arrivare ben presto, l'Oms diffonde nuova data. Reuters ha riferito che centinaia di migliaia di lavoratori essenziali e altri gruppi considerati ad alto rischio in Cina hanno ricevuto vaccini sviluppati localmente anche se gli studi clinici non erano stati completati al 100%, sollevando preoccupazioni sulla sicurezza tra gli esperti.

Tuttavia, precisa, ciò "non significa che si possa ancora giungere a una conclusione sulla sicurezza e l'efficacia del vaccino, poiché gran parte delle prove deve ancora essere sottoposta al comitato".

È la speranza espressa dal direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus al termine di una riunione.

È questa la stima dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, per quanto riguarda l'estensione a livello internazionale del Covid-19.

Il direttore dell' Oms non ha specificato quale vaccino potrebbe essere disponibile entro la fine dell'anno, scrive il messaggero. Sono circa 50 i vaccini in tutto il mondo cui si sta lavorando compreso quello che è stato sviluppato dall'università di Oxford. Proprio quest'ultimo sembrerebbe essere in una fase già piuttosto avanzata di test. La scienza ha bisogno di tempo e anche se il vaccino sarà pronto a fine anno ci sarà bisogno poi di altro tempo per produrlo, distribuirlo e somministrarlo su scala mondiale.

Nel mentre però l'Oms è già pronta per sostenere la popolazione di tutto il mondo all'uso del vaccino. Ha già messo in campo il programma Covax per fornire a tutti i Paesi un accesso equo ai vaccini una volta approvati. In parole povere quindi il vaccino sarà importante per evitare la diffusione del virus, ma per poter debellarlo definitivamente ci vorrà del tempo.