Coronavirus | Feste private, calcetto e matrimoni. Cosa cambia?

Coronavirus | Feste private, calcetto e matrimoni. Cosa cambia?

Nel nuovo decreto probabilmente verrà vietata anche la vendita di alcolici d'asporto dopo le 22, proprio per evitare la creazione di assembramenti dovuta alla movida dei più giovani.

Il prossimo 15 ottobre il presidente del Coniglio, Giuseppe Conte, firmerà il nuovo dpcm. Ancora una volta per evitare assembramenti.

Inoltre lo smart working evita la ressa nei trasporti pubblici: si punta ad alleggerire la capienza delle corse del 50%. Come riporta il sito de 'Il Corriere della Sera', ci sarà un freno alla movida che, secondo gli scienziati, è tra le cause principali del numero crescente ogni giorno di nuovi positivi.

Lo stesso discorso vale per le cerimonie nuziali che saranno possibili solo tra pochi intimi. Stessa cosa per le feste private, dove addirittura si potrebbe arrivare ad un massimo di dieci persone.

Resta comunque la difficoltà di andare a controllare eventuali assembramenti nelle abitazioni private, ma questo è un problema che il Governo difficilmente potrà risolvere. All'aperto quindi potranno stare solo i clienti seduti al tavolo, con il rispetto del distanziamento. E non si escludono anche nuove limitazioni per gli spettacoli teatrali e gli eventi sportivi.

I lockdown localizzati - Un'altra misura chiave ipotizzata, alla luce dell'ultimo monitoraggio del ministero della Salute e dell'Istituto superiore di sanità, che potrebbe entrare in atto solo come ultima arma, per contenere la diffusione del virus, è quella dei lockdown localizzati.