Commisso su Chiesa: "Un povero immigrato ha dovuto finanziare gli Agnelli"

Commisso su Chiesa:

Ai microfoni di RTV38 ha parlato il presidente della Fiorentina Commisso: "Campionato?"

Il patron viola si lascia scappare una battuta, sottolineando la formula particolarmente vantaggiosa per la Juventus.

"Non accetto la critica sul fatto che secondo alcuni avrei dovuto venderlo un anno fa. Un povero immigrato dalla Calabria ha dovuto finanziare gli Agnelli e la Juventus". Il numero 7, per la sua Nazionale non si è mai risparmiato e mai lo farà, ma non è logico e anche normale che un calciatore che ha disputato in tre settimane due partite con la Juventus ne giochi tre in dieci giorni con la sua Nazionale.

"Ormai Chiesa è una storia passata". Abbiamo dovuto inviare i documenti a Coverciano, non è voluto passare a salutarci. Amrabat mi ha colpito molto a Verona, ma davanti alla difesa è penalizzato, Borja Valero non credo possa incidere molto sia per l'età e perchè si esalta in una squadra di palleggiatori e la Fiorentina non lo è.

La cessione, insomma, sarebbe stata quasi inevitabile per evitare un anno da separati in casa.