Boniek bacchetta Milik: "Il Napoli gli è stato sempre vicino, trovi"

Boniek bacchetta Milik:

Mi ha colpito quanto è successo per Juve-Napoli con la Juve che si è presentata lo stesso allo stadio: "era una barzelletta che aspettassero in campo ad aspettare, non voglio entrare nel merito ma dico: "preparatevi al rinvio delle partite". E' un talento, si sente molto italiano e romano, ma ha scelto giustamente la nazionale polacca. Non voglio fornire dettagli o fare nomi, ma affinché il trasferimento avvenga, è necessario un accordo con il giocatore e tra entrambe le squadre. "Ci vuole tanto buon senso, cominciare a discutere non porterebbe a nulla - ha detto l'ex juventino - La Uefa sta gestendo questa situazione in modo perfetto", anche per come "è riuscita a portare a termine la scorsa stagione". Ma non voglio dire qual è stata la squadra a cui sono stato più vicino. In un mese può accadere di tutto, ma è il tempo necessario per capire veramente dove può arrivare la Juventus di Pirlo e soprattutto per capire se il Maestro possiede le stimmate le fuoriclasse anche sulla panchina dei campioni d'Italia. Ho ricevuto una buona proposta. Ho un grande rispetto per la società, qui ho trascorso quattro anni meravigliosi. Volevo separarmi in armonia.

Questione d'onore per De Laurentiis? Mi aspettavo una decisione del genere, ma l'ho scoperto dai media e la mancanza di comunicazione non è stata del tutto professionale. Credo di non essere stato trattato bene alla fine. Non so se la conversazione cambierà qualcosa. Intanto fino all'ultimo giorno del mio contratto mi allenerò come si deve.