Approvato il nuovo DPCM: mascherina obbligatoria in tutti i luoghi chiusi

Approvato il nuovo DPCM: mascherina obbligatoria in tutti i luoghi chiusi

Il presidente del Consiglio questa sera ha incontrato i capi delegazione della maggioranza.

Tra le altre misure prorogate il DPCM 7 Ottobre contiene anche l'obbligo di portare con sè le mascherine e di indossarle all'aperto in presenza di altre persone non conviventi.

Altra questione topica i trasporti pubblici: l'80 per cento della capienza, molto superiore a quanto indicato dal Cts, potrebbe essere ridimensionata come soglia.

Per contenere il contagio da coronavirus il Governo sta pensado ad una nuova stretta da inserire in un nuovo Decreto che potrebbe essere firmato entro il 15 ottobre. "Di questo aveva già parlato il premier Giuseppe Conte quando aveva raccomandato di coprire naso e bocca anche quando si sta nella propria abitazione con persone anziane o affette da patologie", spiega Il Corriere. Il provvedimento del governo guarda più alle scelte delle Marche o della Puglia che a quelle più dure del Lazio, per cui sarà obbligatoria la mascherina all'aperto, ma non sempre.

Tra le ipotesi circolate nelle ultime ore, norme anti-movida come il divieto per gli assembramenti davanti a bar e ristoranti, così come in piazze e parchi.

Il sistema sanitario centrale e locale è in ritardo con i tamponi, basti pensare all'odissea dei drive-in con tempi di attesa assurdi che possono arrivare fino a 12 ore, alle strutture pubbliche abilitate che fanno quello che possono e a quelle private "abilitate", che invece potebbero dare una grande mano in questa fase, ma che possono fare solo test antigienici ma non molecolari perché ancora manca la validazione. Allo studio anche il divieto di vendita degli alcolici dopo le 22. Quattro gli scenari disegnati ultimo dei quali, il più grave, scatterebbe se i problemi con numero dei casi e focolai (e un Rt superiore a 1,5) durassero oltre tre settimane: allora il comitato consiglia il lockdown e la chiusura di scuole e università. E infine, novità di rilievo se validata questo pomeriggio dagli scienziati: dieci giorni di quarantena - al posto dei quattordici attualmente previsti - per i contatti stretti dei positivi.