Anton Wilhelm Amo: chi era e perché Google gli dedica un Doodle

Il Doodle di oggi è dedicato a un letterato dalla storia incredibile.

Icona della lotta al razzismo, proprio il 10 ottobre del 1730 Anton Wilhelm Amo avrebbe conseguito l'equivalente del dottorato in filosofia presso l'Università di Wittenberg.

Anton Wilhelm Amo nasce ad Axim, una regione occidentale dell'attuale Ghana nel 1703, fa parte degli Nzema, una popolazione autoctona Akan, e quando aveva solamente 4 anni venne portato in Germania dalla Compagnia olandese delle Indie occidentali. Il sito più famoso del mondo, infatti, ha deciso di regalare il suo Doodle di oggi a Anton Wilhelm Amo. All'epoca, era ancora un bambino (7 anni). Nel 1740 inizia ad insegnare filosofia nella celebre Università di Jena, ma nel mentre la sua vita inizia a cambiare in peggio dopo la morte del duca di Brunswick-Wolfenbüttel non più in grado di proteggerlo in una Germania in cui andavano diffondendosi idee sempre meno liberali.

La fortuna ci mise lo zampino perché in questa famiglia venne trattato molto bene, poté studiare, tanto da diventare il primo africano a frequentare un'università europea. Anton Wilhelm Amo fu un filosofo, scrittore e accademico ghanese, naturalizzato tedesco.