Veterano si suicida in diretta social: il video resta online

Veterano si suicida in diretta social: il video resta online

Il ragazzo che ha registrato il proprio suicidio su Facebook si chiamava Ronnie McNutt, nato nello stato americano del Mississipi, ed aveva 33 anni.

Due sole parole: raccapricciante e inspiegabile l'attenzione intorno al video del suicidio di Ronnie McNutt comparso su TikTok in maniera più che virale negli ultimi giorni.

Molti utenti, quindi, si sono mossi per avvisare i loro follower dell'esistenza della clip, spiegando di stare attenti a un video che mostra "un uomo con una barba grigia seduto davanti alla scrivania" chiedendo di segnalarlo senza guardarlo. E sono soprattutto i ragazzini a riceverlo, dato che sono i maggiori fruitori del social.

L'8 settembre 2020 viene pubblicata la comunicazione sull'adesione da parte di TikTok al Codice di Condotta contro l'incitamento all'odio online. " Così inizia il comunicato di Cormac Keenan". Come responsabile Trust and Safety in Europa il mio lavoro, e quello del mio team, è promuovere un'esperienza sicura e positiva. "Apprezziamo la collaborazione dei membri della community che hanno segnalato i contenuti e intimato agli altri utenti di non condividere il video in rispetto della persona e della sua famiglia", chiosa TikTok. Da sempre, non permettiamo espressioni d'odio su TikTok e consideriamo importante che le piattaforme online prendano in considerazione una tematica così cruciale. Inoltre, rimuoviamo le offese a sfondo razziale o i contenuti che sostengono il negazionismo di tragedie violente, come l'Olocausto o la schiavitù.

Insomma, è tutto molto chiaro: l'obiettivo finale è eliminare l'odio da TikTok. Ci rendiamo conto che può sembrare una sfida insormontabile in un mondo sempre più polarizzato, ma riteniamo che questo non debba impedirci di tentare.