Trump, ‘accordo di pace’ anche tra Bahrein e Israele

Trump, ‘accordo di pace’ anche tra Bahrein e Israele

"Un'altra svolta storica", si legge nel tweet di Trump.

Inoltre, la delegazione di Bahrein, guidata dal ministro degli Esteri Abdullatif Al Zayani, parteciperà alla cerimonia di firma della dichiarazione di pace tra Israele ed Emirati Arabi Uniti, che si terrà il 15 settembre alla Casa Bianca.

In realtà i Paesi in questione non erano in guerra con Israele: gli accordi servono per normalizzare le relazioni, a partire da quelle diplomatiche. "Questo accordo si aggiunge alla storica pace con gli Emirati Arabi Uniti", ha affermato Netanyahu. Kushner aveva ripetuto più volte che "un altro Paese dell'area si accoderà presto alla scelta coraggiosa del principe ereditario degli Emirati Mohammed bin Zayed".

Netanyahu ha poi rivolto parole di ringraziamento al presidente degli Stati Uniti, Donald Trump: "Questi accordi sono il frutto di un gran lavoro dietro le quinte, ma si sono realizzati grazie all'aiuto importante del nostro amico, il presidente degli Stati Uniti, il presidente Trump". Un nuovo percorso di collaborazione e dialogo annunciato con grande entusiasmo dall'Alto rappresentante, Josep Borrell: "L'UE accoglie con favore l'annunciata creazione di relazioni diplomatiche tra il Regno del Bahrein e Israele".

Abu Mazen, come con gli Emirati, ha subito richiamato l'ambasciatore palestinese a Manama.

In un comunicato congiunto diffuso a Washinton, Usa, Israele e Bahrein assicurano che "le parti continueranno nei loro sforzi per raggiungere una soluzione giusta, onnicomprensiva e stabile del conflitto israelo-palestinese, nell'intento di assicurare al popolo palestinese la piena realizzazione delle proprie potenzialità". Solo mercoledì i palestinesi avevano subito una sconfitta significativa quando la Lega Araba aveva rifiutato di sostenere una risoluzione di condanna contro gli Emirati. "Anche per i palestinesi".