Thailandia:boccia resort su Tripadvisor,denunciato americano

Thailandia:boccia resort su Tripadvisor,denunciato americano

Una recensione negativa potrebbe costare cara a un turista americano, Wesley Barnes, che rischia fino a due anni di carcere. L'uomo, che lavora in Thailandia, è accusato di aver "danneggiato la reputazione dell'hotel" e di non aver pagato la sovrattassa prevista per chi consuma all'interno della struttura alcolici acquistati all'esterno. Accertata l'impossibilità di riuscire a parlare con lui, ai proprietari dell'albergo asiatico quella della denuncia è apparsa la sola strada realmente praticabile per fermare l'uomo, che ormai da settimane continuava ad inondare TripAdvisor e altri siti di recensioni negative sull'hotel. Tutto ciò finché i proprietari della struttura non hanno deciso di denunciarlo, azione che è sembrata loro l'unico modo per fermarlo.

"Personale scontroso, non sorride mai e sembra che non vogliano intorno nessuno", si legge nell'ultimo commento lasciato su Tripadvisor. Addirittura ha accusato l'hotel di "praticare schiavitù". Secondo gli attivisti per i diritti umani, metterebbe in pericolo la libertà d'espressione. Barnes è stato denunciato per diffamazione: in Thailandia, la pena massima prevista è pari a due anni di prigione e una multa di 200mila bath, pari a poco più di 6mila dollari. Alcuni mesi fa, ad esempio, un giornalista thailandese era stato condannato a due anni per un tweet nel quale rendeva conto di una controversia sulle condizioni di lavoro in un allevamento di galline.