Sileri: "Numeri in crescita ma dubito avremo seconda ondata"

Sileri:

Sull'andamento della pandemia e l'aumento di casi registrati in Italia "c'è una condizione di crescita, ma non critica, dei casi di Covid e gli ospedali non sono sotto stress", ha detto Sileri. Con l'arrivo della stagione fredda prevediamo una circolazione più elevata del Covid-19, ma il servizio sanitario è in grado di fronteggiarla nel migliore dei modi. Per Sileri "sarà disponibile" il vaccino vaccino contro l'influenza stagionale, rispondendo di fatto a chi ha messo in guardia da possibili carenze nelle forniture.

E ancora. "Ci stiamo muovendo - ha aggiunto - per migliorare l'approvvigionamento delle dosi di vaccino anti influenzale e inizieremo anche prima la campagna vaccinale". Purtroppo quelli che fanno il vaccino sono meno di quelli che noi desidereremmo.

"Dubito che avremo una seconda ondata come a marzo". "Abbiamo imparato a condividere con il virus". Dobbiamo avere una potenza di fuoco da utilizzare quando servirà. "Questo ci costringerà a fare una diagnosi differenziale e, in alcune giornate, dovremo fare tantissimi tamponi".

"Inoltre in terapia intensiva ci sono anche persone con altre patologie, che si sono aggravate e poi" sono risultate positive a Covid", ha aggiunto.

Una strategia che il Governo sembra aver definito per continuare il periodo di convivenza in attesa del vaccino che dovrebbe arrivare nei primi mesi del 2021 anche se l'Oms ha frenato su questa ipotesi.

L'intervento di Sileri a Coffee Break su La7. "Molti casi sono di rientro dalle ferie, ma finché controlleremo i focolai la situazione sarà gestibile".