"Sei sporca o sei nera", nuova bufera su libro scolastico

Il bambino bianco e castano, con lo sguardo incuriosito, si avvicina alla bambina di colore e con le treccine e le chiede: "Sei sporca o sei tutta nera"? ". Il libro, questa volta, è quello di Ardea Editore, dal titolo 'Rossofuoco'". Una nuova vignetta - dopo quella pubblicata nel libro del Gruppo Editoriale Raffaello in cui il bambino di colore dice "io vuole imparare italiano bene" - torna a far discutere. Era piccola e tutta nera.

"Sei sporca o sei tutta nera?". Nessuna replica: "Lei non mi ha risposto, ma ha fatto una capriola, allora ne ho fatta una anch'io, ma sono caduto tutto storto". E vedendola da vicino, la conferma: "Sei proprio nera". Raccontando come finisce l'incontro: "Lei ha sorriso ed è scappata via". Il Corriere della Sera ha raccolto la denuncia di Maria Mahmoud, consigliera comunale di Reggio Emilia che in relazione al libro ha definito "inaccettabile" una narrativa "interiorizzante che accosta la pelle nera alla sporcizia". "La scuola oggi ha un ruolo ancora più rilevante che nei decenni passati, ha il dovere di educare alle diversità e alla ricchezza che da esse ne deriva", ha concluso il post la consigliera del partito democratico.