San Francisco brucia: gli incendi continuano colorando di rosso il cielo

San Francisco brucia: gli incendi continuano colorando di rosso il cielo

San Francisco e altre regioni della costa occidentale degli Stati Uniti si sono risvegliati mercoledì in uno scenario apocalittico a causa del fumo che si leva dagli incendi che stanno devastando il territorio.

La California continua a bruciare: sono oltre 14mila i vigili del fuoco che attualmente stanno lavorando per contenere e domare i 28 principali incendi in corso.

Il risultato è questo: per gran parte della mattinata di ieri la baia di San Francisco è stata completamente coperta da una coltre di fumo arancione che ha ridotto l'illuminazione solare e costretto le automobili a circolare con i fari accesi anche di giorno.

Ma le fiamme hanno interessato anche lo Stato di Washington, a nord dell'Oregon, radendo al suolo il paesino di Malden. Nelle operazioni di spegnimento del fuoco sono impegnati: 5.117 uomini dei vigili del fuoco, 128 equipaggi, mezzi aerei e 431 veicoli.

Gli incendi stanno colpendo vari Stati della zona Pacifica nordoccidentale, in particolare la California.

In Oregon, la governatrice Kate Brown ha definito gli incendi nel suo Stato una situazione "senza precedenti", elencando diverse città che sono state indicate come "sostanzialmente distrutte": Blue River, Detroit, Phoenix, Talent, Vida.

Le conseguenze degli incendi in California sono drammatiche.