Russia, Sereni: sconcerto per ipotesi avvelenamento Navalny

Russia, Sereni: sconcerto per ipotesi avvelenamento Navalny

Navalny ha fatto enormi progressi e adesso respira autonomamente senza l'ausilio di ventilatori. Seibert ha spiegato che il "processo" avviato, alla luce dei risultati sull'avvelenamento del dissidente russo, abbia bisogno di "un tempo necessario".

Merkel comunque non esclude conseguenze sul gasdotto Nord Stream 2, ha poi affermato Seibert rispondendo a una domanda specifica.

Secondo il Cremlino, "per ora non ci sono" neanche "i presupposti" per discutere di un congelamento del progetto. A comunicarlo l'ospedale Charité di Berlino che in un comunicato ha scritto che Alexei Navalny, l'oppositore russo ricoverato in Germania, non è più in coma farmacologico e che le sue condizioni stanno migliorando.

Seibert ha inoltre tenuto a replicare ad alcune "rappresentazioni" di stampa del gasdotto: "È stato descritto come un progetto tedesco", ha affermato, ma dietro c'è un consorzio che coinvolge imprese di diversi Paesi, ha sottolineato.

La responsabile dei diritti umani delle Nazioni Unite, Michelle Bachelet, oggi non ha potuto fare a meno di rimarcare come "il numero di casi di avvelenamento o di altre forme di assassinio mirato di cittadini o ex cittadini russi negli ultimi due decenni sia profondamente inquietante" e ha esortato Mosca a svolgere un'indagine "completa e trasparente, indipendente e imparziale" sul caso di Navalny.

Roma, 7 set. (askanews) - "Stiamo seguendo con grande apprensione le condizioni di Navalny e siamo inquieti per il rapporto dei medici tedeschi che hanno rilevato che esse sono determinate da una sostanza che viene usata per uccidere".