Pensioni statali, a breve domanda per anticipo Tfs

Pensioni statali, a breve domanda per anticipo Tfs

E al tavolo potrebbe essere calata subito una proposta che sembra non dispiacere troppo al ministero del Lavoro: l'introduzione di un meccanismo flessibile per consentire le uscite a partire da 62, o 63, anni di età anagrafica e un'anzianità contributiva minima di 38 anni, o forse anche 36, prevedendo una penalizzazione, con l'aggancio pieno al sistema contributivo puro, sotto forma di riduzione del trattamento del 2,8-3% per ogni anno di anticipo rispetto alla soglia del pensionamento di vecchiaia (67 anni).

Buongiorno, sono andato in pensione con 43 anni e 8 mesi, ora mi si presenta la possibilità di una collaborazione. Mi chiedo posso farlo.? Per quanto riguardo l'importo destinato alle pensioni d'invalidità si attendono novità a breve. Se non si arriva ai 20 anni di contributi, in moltissimi casi l'assegno pensionistico non spetta anche se si sono versati contributi utili.

Nel caso di un'ulteriore proroga della formula opzione donna, si permetterà alle lavoratrici italiane nate entro il 31 dicembre 1962 e le lavoratrici autonome nate entro il 31 dicembre 1961 con almeno 35 anni di contributi entro il 31 dicembre 2020, di accedere alla pensione anticipata.

La rimodulazione della quota 100 non sarà l'unico strumento sul tavolo della trattativa della riforma delle pensioni.

Una prima possibilità per coloro che intendono abbandonare definitivamente il mondo del lavoro e ottenere la pensione, è quella di effettuare la richiesta direttamente seguendo le indicazioni previste sul portale online dell'Inps. Ad oggi, infatti, dal 2022 sulle pensioni tornerebbe il cosiddetto scalone, introdotto con il Governo Monti, che non è altro che una barriera difficile da superare per il pensionamento anticipato.

Da questo punto di vista però, appare certo che la misura ha molte probabilità di essere confermata anche per il 2021, dal momento che si tratta di una misura che si rivolge a una piccola platea di beneficiari, che gravano in particolari e disagiate condizioni di reddito, lavoro o salute.

È bene sapere che affinché la domanda relativa alla richiesta di pensionamento vada a buon fine, è opportuno che il cittadino italiano alleghi una serie di documenti fondamentali.

A tal proposito si segnalano: copia del documento d'identità, autocertificazione dello stato del nucleo familiare, copia dei documenti del coniuge (se il richiedente risulta essere sposato), autocertificazione del proprio stato civile, certificazione relativa alla propria situazione assicurativa, certificazione relativa alla situazione lavorativa personale.