Paura al Mugello Due maxi-incidenti nei primi sei giri

Paura al Mugello Due maxi-incidenti nei primi sei giri

Novantacinquesima pole position in carriera per Lewis Hamilton.

Al giro numero 44 accade l'imprevedibile, per cause ancora da accertare, Lance Stroll ha perso la sua Racing Poin che è andata a muro in curva 9, riportando seri danni e più di un principio d'incendio che ha messo in difficoltà gli steward, ma fortunatamente ha lasciato illeso il pilota canadese. Un palmares impressionante che al momento non vede rivali in grado di contrastare le frecce nere di Stoccarda. In seconda fila dopo le due Mercedes le Red Bull di Max Verstappen e Alex Albon. Di certo, da piloti esperti come loro, un incidente simile non ci voleva e poteva andare molto peggio, mentre per fortuna solo danni alle vetture.

Sei giri, due incidenti, bandiera rossa.

Alla terza ripartenza del Gran Premio, Daniel Ricciardo in quel momento terzo, riesce ad ottenere la seconda posizione alle spalle di Lewis Hamilton, superando Valtteri Bottas, che per l'ennesima volta ha un brutto stacco con la frizione e perde terreno e la possibilità di ottenere la vittoria. Nonostante l'uscita di pista a 282 km/h causata da una foratura il pilota canadese è rimasto integro grazie agli altissimi standard di sicurezza delle monoposto di Formula 1. Poi, sul futuro, qualcosa bolle in pentola ma ci sarà da aspettare qualche giorno per dipanare una matassa che vede Mercedes, Toto Wolff e Ineos al centro di una complicata vicenda commerciale.