MotoGP. Valentino Rossi rinnova con Yamaha per un anno, è ufficiale!

MotoGP. Valentino Rossi rinnova con Yamaha per un anno, è ufficiale!

Dopo l'addio al team ufficiale Yamaha per Valentino Rossi l'esperienza in sella proseguirà nel team satellite Petronas, dove nella stagione 2020-2021 farà coppia nel box con Franco Morbidelli. Il Dottore correrà come pilota ufficiale Yamaha pienamente supportato dal Team Petronas Yamaha Sepang Racing Team.

Il team principale di Petronas, Razlan Razali ha aggiunto: "A nome del Petronas Yamaha Sepang Racing Team e di tutti i suoi partner, è un onore assoluto dare il benvenuto a Valentino Rossi, icona e leggenda, nella squadra per il prossimo anno. Attualmente gareggiano insieme nella loro 15 ° stagione MotoGP, ad oggi si sono assicurati 4 titoli mondiali, 142 podi, 56 vittorie e hanno corso in 250 gare".

L'avventura di Valentino Rossi in MotoGP proseguirà ancora per un anno, o forse più. Una parte consistente dei tifosi MotoGP sono cresciuti con Valentino e lo hanno seguito per tutta la sua carriera. "Questa stagione, l'ultima con il team ufficiale, è la sua 25ª nel motomondiale e la sua 15ª con Yamaha".

"In una stagione influenzata dal Covid-19 non sarebbe stato giusto far chiudere così la carriera ad un pilota leggendario come Rossi, è fantastico che lui abbia deciso di continuare almeno per un'altra stagione" il commento di Jarvis. "Sono ancora una squadra piuttosto 'giovane', ma sono molto professionali e seri, quindi siamo sicuri che Valentino si sentirà a suo agio e sarà in grado di dare il massimo".

"Sono molto felice di passare al team Petronas - ha continuato - Sono giovani, ma hanno dimostrato di essere un top team". Ho pensato molto prima di prendere questa decisione, perché la sfida sta diventando sempre più calda. Nella prima metà dell'anno ho fatto la mia scelta e ho parlato con la Yamaha, che è d'accordo con me.

Per capire la differenza con il 2019 (in quell'occasione si correva a giugno, ndr) nelle FP3 c'erano 24°c nell'aria e ben 34°c sull'asfalto. Per quest'anno ho cambiato anche il mio capotecnico. "Non ho ancora raggiunto il massimo, questo è stato uno dei motivi per cui ho scelto di continuare, perché l'atmosfera nella squadra è qualcosa che mi piace molto".