Migranti: incendio Lesbo, migliaia in strada attendono aiuti

Migranti: incendio Lesbo, migliaia in strada attendono aiuti

Nella notte si sono sprigionate le fiamme in più punti del campo profughi di Moria, sull'isola di Lesbo. Non lo è ora, che l'80% del centro è andato a fuoco, ma non lo è mai stato nemmeno prima.

Mitilene - Incendio nel campo profughi a Lesbo, migranti in fuga.

Allo stato attuale i circa 125000 ospiti sono stati posti sotto sorveglianza della polizia e si trovano nei pressi di un'autostrada. Bambini spaventati e genitori sotto shock.

Ma migliaia di migranti, se prima avevano un riparo pure misero, adesso sono senza alloggio e le autorità adesso devono trovare loro un riparo.

Da gennaio ad agosto di quest'anno cinque persone erano state accoltellate durante risse, mentre abusi sessuali, traffico di droga e prostituzione erano diffusi. La situazione veniva regolarmente denunciata dalle organizzazioni non governative per i diritti umani, unite nell'accusa all'Unione europea di non sapere aiutare la Grecia e la comunità locale di 85'000 abitanti nel far fronte alla situazione. L'isola sarà dichiarata in stato di emergenza e a coloro che vivono a Moria sarà vietato lasciare l'isola per evitare la diffusione del coronavirus nella popolazione. I vigili del fuoco hanno spiegato che ci sono stati "incendi sparsi" sia fuori che dentro il campo, che attualmente ospita 13 mila richiedenti asilo (quattro volte la capienza massima del luogo). Nell'ultima settimana sono state imposte ulteriori restrizioni nell'area, dopo che un residente somalo è risultato positivo al Covid-19.

In quell'occasione Filippo Grandi, Alto commissario dell'Onu per i rifugiati, parlò di "condizioni scioccanti e vergognose" dei migranti, sollecitando "un più forte supporto europeo".

L'UE, stavolta, si è offerta di portare aiuto con il vicepresidente della Commissione europea Margaritis Schinas che si è messo in contatto con il premier Mitsotakis dichiarando che l'Europa era disponibile ad assistere direttamente la Grecia a tutti i livelli.