Influenza, la Regione Sardegna ordina 500mila dosi di vaccino VIDEO

Influenza, la Regione Sardegna ordina 500mila dosi di vaccino VIDEO

L'Aifa ricorda che, oltre alle misure di protezione e cura basate su vaccinazioni e all'eventuale uso di farmaci antivirali, una misura importante nel limitare la diffusione dell'influenza è rappresentata da una buona igiene delle mani e delle secrezioni respiratorie (ad esempio lavare regolarmente e frequentemente le mani con acqua e sapone; coprire la bocca e il naso con un fazzoletto quando si tossisce e starnutisce e poi gettarlo nella spazzatura; aerare regolarmente le stanze in cui si soggiorna).

Proprio per questo motivo in molti avevano avanzato l'ipotesi di rendere il vaccino per l'influenza obbligatorio, per rendere il lavoro di individuazione del COVID più semplice ai sanitari. Il Comune in una nota informa la cittadinanza che la Regione Umbria ed i pediatri di famiglia hanno siglato un accordo secondo il quale ai bambini dai 6 mesi ai 6 anni, ai fratelli di età superiore e alle categorie a rischio 6-14 anni verrà offerto gratuitamente e su base volontaria il vaccino antinfluenzale. Si abbassa, quindi, la soglia minima d'età che lo scorso anno fissata a 65.

Il Ministero raccomanda il vaccino antinfluenzale, gratuito per alcune fasce d'età: ecco le ultime novità comunicate su influenza e vaccini.

L'AIFA (Agenzia italiana del farmaco) ha raccomandato quest'oggi di "anticipare la conduzione delle campagne di vaccinazione influenzale a partire dall'inizio di ottobre". "L'obiettivo di tale campagna - spiega il Comune - è quello di evitare nella popolazione la coinfezione da covid e da influenza".

Nieddu conferma che la maggior parte dei 500mila vaccini saranno a disposizione dei medici di base, anche se la ripartizione è ancora in fase di definizione.