F1, Stefano Domenicali alla guida di Liberty Media dal 2021

F1, Stefano Domenicali alla guida di Liberty Media dal 2021

E' difficile in questo momento difendere Mattia Binotto, considerando i risultati che la Ferrari sta ottenendo in campionato, eppure Stefano Domenicali ha deciso di schierarsi dalla parte del team principal Ferrari, memore delle difficoltà affrontate nel suo periodo 'rosso'.

Nel CV di Domenicali si nota la lunga militanza in Ferrari, specialmente negli anni di Schumacher; subentrato al ruolo di Todt nel 2007, è rimasto a Maranello fino al 2014.

Stefano Domenicali sarà il nuovo CEO della Formula 1: sostituirà l'attuale amministratore delegato della categoria, Chase Carey, prima della fine dell'anno. Per ora non è arrivata ancora nessuna comunicazione ufficiale, ma, stando a quanto riportato da Autosport, i team sarebbero già stati informati del passaggio di consegne, da perfezionare prima del 2021.

Nato a Imola, ma residente a Vedano, dopo essersi laureato in Economia e Commercio all'Università di Bologna, ha iniziato la sua carriera in Ferrari nel 1991, lavorando dapprima nel comparto amministrativo dell'azienda dove si occupava dei rapporti interni con Fiat. Il suo rapporto con la Rossa è culminato con la nomina a team principal, carica che ha ricoperto dal 2008 all'aprile del 2014. E' una figura molto rispettata e apprezzata in F1, un personaggio carismatico, con una solida esperienza gestionale.

Con la nomina dell'italiano, i principali organi di governo della Formula 1 verranno ricoperti da ex dirigenti Ferrari, tuttavia, il prossimo anno scadrà il mandato di Jean Todt e il manager francese ha fatto sapere che non vorrà candidarsi una seconda volta.