Esame irregolare di Suárez: la Procura della Federcalcio apre un'inchiesta

Esame irregolare di Suárez: la Procura della Federcalcio apre un'inchiesta

Secondo l'Ansa, il capo della Procura Federale, Giuseppe Chinò, ha chiesto gli atti per poter aprire l'indagine nell'ambito sportivo.

Appena cinque giorni fa l'attaccante uruguaiano del Barcellona, a lungo obiettivo della Juventus, ha superato la prova d'italiano di livello B1 (quello intermedio) all'Università per Stranieri di Perugia dimostrando di "comprendere bene la lingua". In una intercettazione, l'incaricata della preparazione di Suarez ha detto che "non spiccica na parola", "non coniuga i verbi" e "parla all'infinito", ma comunque passerà l'esame "perché con 10 milioni a stagione di stipendio non glieli puoi far saltare".

Ieri le Fiamme gialle hanno perquisito gli uffici dell'Università per Stranieri: tra gli indagati compaiono la rettrice Giuliana Grego Bolli, il direttore generale Simone Olivieri, Stefania Spina, Lorenzo Rocca e un'impiegata che predispose l'attestato per il calciatore. Si faccia chiarezza sulle responsabilità, su chi e perché. In modo tale - emerge dal decreto della procura perugina - da "blindare l'esito favorevole".

A Piazza Affari il titolo Juventus segna un calo dell'1,3% a 0,8948 euro mostrandosi nervoso con l'evolversi del caso Suarez con il rischio che l'inchiesta sportiva porti a ripercussioni sulla società bianconera (sanzione o addirittura penalizzazione).

Aperta inchiesta da parte della Procura legata all'esame sostenuto da Luis Suarez per ottenere la cittadinanza italiana.