Coronavirus, il bollettino di giovedì 17 settembre: contagi in aumento

Coronavirus, il bollettino di giovedì 17 settembre: contagi in aumento

Nessuna regione italiana fa registrare zero casi. Tale piattaforma, in caso di positivà, lo segnalerà al medico con una luce fluorescente.

Gli attuali positivi sono 820 in più, salgono in totale a 40.532. Nella regione di Madrid si sono registrati 1.854 contagi, in Navarra 302, nei Paesi Baschi 429, in Andalusia 327, in Aragona 291 e in Castiglia e León 292. Da quando le lezioni sono ricominciate, infatti, gli allievi e i docenti coinvolti sono circa un centinaio, distribuiti in tutta Italia, senza alcuna differenza tra nord e sud. Sono 100.607 i tamponi eseguiti in Italia oggi: da inizio emergenza è stata superata quota 10 milioni di test (10.044.551 il dato esatto). Segnalano decessi nelle 24 ore Veneto (5), Sicilia (3), Lombardia (2), Liguria (1) e Puglia (1).

Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all'andamento dell'epidemia in regione. Nella Asl Roma 2 sono 76 i casi nelle ultime 24 ore e tra questi quattordici i casi di rientro, uno con link dalla Sardegna, quattro dal Bangladesh, due dall'Ecuador, uno dall'Egitto, uno dall'Inghilterra e nove con link alla comunità del Perù.

A dare la notizia è l'agenzia Associated Press, secondo cui il Maine Center for Disease Control and Prevention ha stabilito che al ricevimento svolto lo scorso agosto, sono collegati oltre 175 contagi. Restano in isolamento domiciliare 38.853 pazienti (+813) mentre sono 689 le persone guarite o dimesse. Più corposo l'aumento del numero degli ospedalizzati con sintomi più lievi, oggi 2348, il che significa 63 in più rispetto a ieri.