Come capire se è influenza o Covid?

Come capire se è influenza o Covid?

È inevitabile, tutti i bambini incontrano questi sintomi ogni anno ma forse stavolta possono fare più paura. Se il bimbo ha avuto l'influenza o alcuni suoi sintomi, inoltre, è fondamentale la convalescenza.

Gli esperti spiegano che a volte i genitori si allarmano in presenza di quelli che possono essere ritenuti sintomi tipici della stagione influenzale. Un primo consiglio che danno i pediatri, allora, è quello di vaccinare i più piccoli contro l'influenza: se un bambino presenta, nonostante il vaccino, dei sintomi come febbre, tosse, disturbi gastrointestinali, a quel punto è più probabile che abbia contratto il Covid (più probabile, non certo).

Se il raffreddore è accompagnato da naso chiuso o che cola e qualche colpo di tosse senza altri sintomi come disturbi gastrointestinali e congiuntivite vera (non quella con secrezione catarrale, che fa parte del raffreddore) possiamo concludere con abbastanza certezza che siamo di fronte a un classico raffreddamento stagionale.

Gianvincenzo Zucotti, direttore del reparto di Pediatria dell'ospedale Buzzi di Milano, ha fornito ai genitori una serie di consigli per saper distinguere i due virus. Continua aggiungendo: "In generale se i sintomi si presentano singolarmente: solo raffreddore, solo febbre, solo vomito e diarrea è verosimile che siamo di fronte a malanni di stagione, i classici raffreddori e gastroenteriti virali che accompagnano l'inverno e non al Covid-19".

Il sintomo più enigmatico resta il raffreddore, che nel 30% dei casi è causato dai coronavirus: "E' impossibile distinguere la causa senza un tampone, per questo - conclude Broccolo - auspico che vengano fatti test rapidi agli studenti che all'entrata a scuola dovessero presentare il sintomo, in modo da avere una risposta in pochi minuti: l'esame non è molto sensibile ma permette comunque di avere una prima scrematura dei casi".

Anche la perdita del gusto è un altro segno caratteristico del Covid e pure in questo caso tra la "normale" perdita di gusto dovuta a congestione nasale e il sintomo del coronavirus ci sono differenze: i pazienti affetti da coronavirus con perdita del gusto non sono davvero in grado di distinguere tra amaro o dolce.

Ci sono poi alcuni sintomi come la perdita di gusto e olfatto riconducibili al Covid. Ovviamente queste indicazioni sono le più oggettive. Anche se il virus nei bambini si può manifestare potenzialmente in altri modi: perdita del gusto e dell'olfatto, dolore addominale, mal di testa, mal di gola, difficoltà respiratorie. Dovremmo stilare una tabella di sintomi soggettivi e più frequenti per ogni paziente così da avere un quadro ancora più chiaro.