Basket | Supercoppa Italiana: giocata spettacolare di Teodosic

Basket | Supercoppa Italiana: giocata spettacolare di Teodosic

Fotografia di una Venezia allo sbando tra infinite palle perse, errori incredibili al tiro e 0/10 da fuori, tenuta vagamente in vita dall'asse tra Watt (anche lui top scorer a quota 19) e De Nicolao (11 punti e 8 assist). Quella di Ettore Messina e dei suoi giocatori è una vera e propria dichiarazione d'intenti alla vigilia della nuova stagione: il 75-68 inflitto in finale alla Virtus Bologna, padrona di casa delle Final Four, è un segnale delle potenzialità di una squadra che, dopo gli alti e bassi della scorsa stagione (poi non conclusa causa Covid) punta a tornare al vertice del basket italiano.

Il secondo quarto vede protagonista ancora l'Olimpia Milano. I minuti finali del primo tempo sono un assolo biancorosso. Nella ripresa senza stare troppo alla luce dei riflettori, la Reyer riesce a rosicchiare punti arrivando ad un inaspettato -9 per quello che era stato l'andamento della prima metà della sfida (54-45).

La partita sembra essere già indirizzata verso Milano anche perchè la Reyer Venezia non sembra più crederci.

Quarta Supercoppa Italiana in cinque anni per l'A|X Armani Exchange Milano, che termina da imbattuta il torneo che, per commemorare i 50 anni della Legabasket, ha coinvolto per la prima volta nella storia tutte le sedici squadre del massimo campionato. Nell'ultimo quarto Milano ritrova fluidità in attacco e torna a incrementare il divario fino alla tripla di Rodriguez, che di fatto chiude i giochi. "Non possiamo rilassarci, però oggi ce la godiamo". Il numero 23 biancorosso, infatti, manda a segno tre punti consecutivi che ridanno all'Armani Exchange la doppia cifra di vantaggio. I ragazzi di Messina vincono contro l'Umana Reyer Venezia con il punteggio di 76-67 e domenica 20 settembre si giocheranno la finale contro la vincente di Dinamo Sassari-Virtus Bologna.