24ORE Business School, ripartono le lezioni in presenza

24ORE Business School, ripartono le lezioni in presenza

Una quarantena efficace in termini di risultati sanitari, in grado di "salvare" l'estate a tutti gli italiani con i numeri dei contagiati in netto ribasso. Ci siamo preparati ad affrontare i problemi ad uno ad uno. Solamente gli studenti delle scuole superiori infatti potrebbero rimanere a casa da soli, senza i genitori, per seguire le lezioni. Sono convinta che la scuola è il posto più sicuro di tutti in questo momento. L'indagine è stata avviata durante le ultime settimane dell'anno scolastico 2019/20, precisamente a partire dal 29 maggio 2020.

AlmaDiploma, con la collaborazione del Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea e degli Istituti associati al sistema AlmaDiploma nell'a.s. 2019/20, ha condotto una rilevazione ad hoc via web (CAWI-Computer Assisted Web Interviewing) per comprendere meglio l'esperienza di didattica a distanza vissuta dagli studenti delle classi quarte e quinte degli Istituti superiori. Tuttavia si evidenziano criticità legate ai limiti dell'apprendimento a distanza e alle relazioni interpersonali, oltre alle preoccupazioni relative al futuro occupazionale.

Tutte le istituzioni scolastiche hanno prodotto un enorme sforzo organizzativo, nel corso dei mesi estivi, per garantire che la ripresa delle attività didattiche possa avvenire nella massima sicurezza possibile al fine di tornare ad assicurare nel modo più compiuto possibile il diritto alla formazione dei nostri giovani.

I temi indagati: uso delle tecnologie informatiche personali, effetti della DaD, carico di studio, capacità di concentrazione, efficacia della DaD, opinione degli studenti rispetto agli insegnanti, solidità legami familiari e timori per il futuro.

Lo studente non potrà collegarsi dallo smartphone, ma dovrà avere una connessione e un supporto, possibilmente un pc, che gli consenta di avere uno schermo sufficientemente grande per poter avere una visione ottimale della lezione. Il 79,6% degli studenti dichiara che durante la didattica a distanza i compiti sono aumentati rispetto alle lezioni tradizionali: per il 24,7% il carico degli studi non è stato sostenibile, mentre per il 54,8%, sebbene aumentato, il carico è stato comunque sostenibile. Guardando al futuro, infatti, circa un terzo degli studenti (31,6 per cento) ritiene che sarebbe utile continuare a usare la didattica a distanza, insieme alle lezioni in aula, anche dopo l'emergenza del Covid-19.

Ecco perché diverse scuole stanno dividendo le classi in gruppi che si alterneranno tra lezioni a scuola e online, anche nelle classi prime.