Ripresa della scuola: le linee guida per nidi e materne

Ripresa della scuola: le linee guida per nidi e materne

Per garantire la ripresa e lo svolgimento in sicurezza dei servizi educativi e delle scuole dell'infanzia in presenza, occorrerà verificare la possibilità di individuare ulteriori figure professionali, prevedere eventuali deroghe per le sostituzioni e assegnare dotazioni organiche aggiuntive nei limiti delle risorse disponibili.

TEMPERATURA - Per quanto riguarda l'accesso dei più piccoli alle strutture educative, NON sarà necessaria la rilevazione della temperatura corporea all'ingresso, tuttavia i bambini (ma ciò vale pure per il personale) NON dovranno avere sintomatologia o temperatura oltre i 37,5°C gradi, NON dovranno essere stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni né a contatto con persone positive.

In primo luogo, resta confermato che per i bimbi di età inferiore ai 6 anni NON è previsto l'obbligo di mascherina.

SPAZI E GIOCATTOLI - Per rispettare al massimo le esigenze di distanziamento verrà valorizzato l'uso degli spazi esterni e di tutti quelli disponibili per la "riconversione", al fine di accogliere stabilmente cerchie di relazione e gioco.

Anche gli stessi arredi potranno essere modificati per svolgere le attività quotidiane nel rispetto del principio di non intersezione tra gruppi diversi.

Nella piena adesione ad ogni aspetto preventivo come contrasto al contagio da Covid 19, apprezzamento è stato riservato da Morgano ad alcuni punti del testo appena reso pubblico in particolare circa "la richiesta di responsabilizzazione di tutti i soggetti, a partire dalle istituzioni con le rispettive competenze, agli educatori, insegnanti, personale con diverse mansioni, genitori, in quella collaborazione virtuosa o alleanza tra scuola e famiglie più volte auspicata e nell'attenzione posta dal testo all'aspetto estesamente educativo che passa nelle sollecitazioni che avranno come destinatari i bambini della fascia tre-sei circa le buone prassi, l'igiene, i comportamenti facilmente raggiungibili". L'utilizzo degli spazi per la refezione, considerata "esperienza di valorizzazione e crescita costante delle autonomie dei bambini", deve essere organizzato in modo da evitare affollamento dei locali, anche attraverso una suddivisione dei gruppo su più turni.

PERSONALE - Per quanto riguarda le scuole dell'infanzia statali il Ministero si sta già adoperando per un incremento dell'organico. Si prevedono anche momenti di formazione/informazione specifica del personale, fa sapere la nota del ministero dell'Istruzione. Ecco le parole del ministro dell'istruzione Lucia Azzolina: "Si tratta di un altro tassello importante in vista della ripresa di settembre".

Il Documento pone particolare attenzione e cura alla realizzazione di attività inclusive e alle misure di sicurezza specifiche per favorire il pieno coinvolgimento di tutti i bambini. Siamo consapevoli dell'importanza di fornire indicazioni alle strutture che offrono servizi educativi per i più piccoli, alle scuole dell'infanzia, ai territori, ma anche ai vari operatori e alle famiglie, per predisporre una ripresa delle attività in presenza e in sicurezza, assicurando la qualità dell'esperienza educativa e formativa dei bambini.

A questo LINK è possibile scaricare il documento ufficiale del Ministero dell'Istruzione.