Perché Microsoft è vicina all'acquisizione di TikTok (dopo aver convinto Trump)

Perché Microsoft è vicina all'acquisizione di TikTok (dopo aver convinto Trump)

Il terreno della battaglia tra Washington e Pechino, questa volta, è il futuro della piattaforma social cinese di TikTok.

Il modello operativo per il servizio sarebbe realizzato per garantire trasparenza agli utenti così come una appropriata supervisione sulla sicurezza da parte dei Governi di questi Paesi. Il presidente Usa, Donald Trump, ha quindi fatto sapere che il mercato USA presto chiuderà alla popolare app social cinese.

Microsoft e il gruppo ByteDance si incontreranno nei prossimi giorni con una tabella di marcia che gli impone di andare non oltre il 15 settembre 2020. Trump che, da par suo, aveva sempre messo alla porta la richiesta della procura riguardo la documentazione fiscale del presidente Usa adducendo ad una sorta di immunità fiscale derivante dalla posizione di presidente che ha ricoperto e ricopre tuttavia. "Da quello che so, dal momento che gli Usa non hanno rinnovato i visti ai giornalisti cinesi, la parte cinese si è preparata al peggior scenario, quello in cui tutti i reporter cinesi dovranno lasciare gli Usa - ha twittato Hu direttore del giornale che è la voce all'estero del governo di Pechino - Se questo sarà il caso, la parte cinese risponderà, anche prendendo di mira i giornalisti americani a Hong Kong". La cessione è una possibilità condivisa dalla stessa TikTok, consapevole che il tentativo di allentare il legame con la madrepatria avviato lo scorso anno non ha prodotto l'auspicio sperato negli Usa. Senza di noi, come sapete, dico che è come il proprietario e l'inquilino e senza un contratto di locazione l'inquilino non ha alcuna importanza.

Ed è qui che entra in gioco Bill Gates, con la sua Microsoft pronta ad acquisire proprio la app 'incriminata' TikTok. Nel suo comunicato l'azienda ha anche dichiarato: "Microsoft apprezza il coinvolgimento personale del governo statunitense e del presidente Trump, che continua a sviluppare forti protezioni per la sicurezza del Paese".

Il riferimento è evidentemente alle dichiarazioni di Donald Trump.

A fronte di quanto sta accadendo negli States è quantomai curioso che nelle ultime ore sia tornata alla ribalta lo spostamento del quartier generale di ByteDance da Pechino a Londra.