L'omaggio a Franca Valeri: "È volata via un'amica di Tivoli"

L'omaggio a Franca Valeri:

Ha esordito sul grande schermo con Federico Fellini, che la scelse nel suo "Luci del varietà". "A chiunque voglia fare un omaggio con dei fiori, chiediamo una donazione al rifugio per cani abbandonati Franca Valeri onlus, al quale teneva tantissimo", sottolinea.

Per chi vorrà ricordarla e celebrarla, il 29 agosto nell'ambito della rassegna Tir - Teatro in rivoluzione organizzata dal Teatro Nazionale di Genova andrà in scena "La vedova Socrate", un monologo scritto da Franca Valeri e ispirato a un breve testo di Dürrenmatt.

Soprano noto in tutto il mondo, Bonfaelli ha fatto il salto di carriera nel 1997 con I puritani di VincenzoBellini prodotto dalla Wiener Staatsoper per poi essere diretta da celebri bacchette come Riccardo Muti, Zubin Mehta, Seiji Ozawa. Un personaggio contrapposto a un'altra sua maschera, la "Sora Cecioni", popolare romana sempre al telefono con "mammà".

Così Franca Valeri, alla vigilia dei 100 anni pochi giorni fa, ripercorreva le gioie e i dolori che hanno segnato la sua esistenza e la sua straordinaria carriera in un'intervista a Famiglia Cristiana. Nel 1949 si unirà alla Compagnia dei Gobbi assieme a Vittorio Caprioli e Alberto Bonucci (quest'ultimo poi sostituito da Luciano Salce), con cui si esibirà in Italia e in Francia. "Franca Valeri e Sofia Loren".

L'addio al cinema arriva negli anni '70, con una manciata di apparizioni in alcune commedie all'italiana.

Negli anni Settanta ha partecipato alla stagione degli sceneggiati televisivi della Rai e nel 1974 scrive e interpreta la miniserie "Sì, vendetta...", che propone una riflessione sui cambiamenti avvenuti nella società italiana in conseguenza alla rivoluzione sessuale, vissuta attraverso gli occhi di una signora borghese e della figlia hippy.

Infine, il 19 febbraio 2014 è stata ospite della seconda serata del Festival di Sanremo condotto da Fabio Fazio e Luciana Littizzetto.