Finita l'era di Shinzo Abe

Finita l'era di Shinzo Abe

A maggior ragione nei giorni scorsi, quando Abe si e' recato due volte in ospedale per controlli medici non meglio specificati.

Il premier giapponese Shinzo Abe annuncerà oggi nel corso di una conferenza stampa le dimissioni da primo ministro per motivi di salute. Abe, affetto da una rettocolite ulcerosa che lo aveva già costretto alle dimissioni nel 2005-2006, da "Shinzo Abe intende dimettersi, perché la sua salute è peggiorata, ed è preoccupato che questa circostanza possa causare problemi" nel governare il Paese: è quanto ha affermato l'emittente nazionale giapponese Nhk, senza citare esplicitamente una fonte.

Abe - che è diventato il premier giapponese al governo da più tempo di sempre appena lo scorso lunedì - ha detto di non aver in mente un nome per la sua successione, spiegando che seguirà le selezioni del candidato del partito liberal-democratico attualmente al governo e l'eventuale esito della maggioranza parlamentare.

È il primo ministro che ha governato più a lungo il Giappone sin dal Dopoguerra, l'ambizioso leader politico che avrebbe voluto rivoluzionare economia e diplomazia della terza economia del mondo.

La notizia delle dimissioni di Abe ha avuto effetti anche sull'andamento dei mercati finanziari. Il primato di Abe era frutto dell'unione del primo breve mandato, tra il 2006 e il 2007, e il successivo periodo al governo, a partire dal 2012 ad oggi. Lo yen, invece ha guadagnato terreno sul dollaro a un livello di 106,70 e a 126,20 sull'euro. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.