Da lunedì benzina ad un euro

Da lunedì benzina ad un euro

Un combinato che consentirà ai cittadini della regione di vedere ribassato il costo di benzina e gasolio attorno all'euro al litro negli impianti di distribuzione carburante del territorio, in particolare in quelli della fascia confinaria, la più in difficoltà dal punto di vista degli operatori, in considerazione del prezzo operato nella vicina Slovenia.

I residenti dell'Area 1 potranno rifornirsi direttamente con la loro tessera carburante, su cui la Regione verserà un contributo pari a 0,29 euro al litro per la benzina, 0,20 euro al litro per il gasolio.

La delibera regionale aumenta fino a 29 centesimi al litro lo sconto per la benzina e fino a 20 centesimi per il gasolio.

Dopo un periodo nero anche per il comparto carburanti dovuto al lockdown e all'emergenza Covid, l'iniziativa congiunta di Regione e compagnie petrolifere punta scongiurare il cosiddetto "turismo del pieno" e a incentivare il rifornimento in Italia, che significa sostengo all'economia, ai servizi e ai lavoratori locali.

Nel 2019, come riferito dalla Regione, a Trieste sono stati venduti 1.775.000 litri di benzina senza piombo e 1.800.000 litri di gasolio, a Gorizia 1.700.000 litri di benzina e 1.400.000 di gasolio.

I dati Insiel, riferiti dalla Camera di Commercio Venezia Giulia, evidenziano come i contributi regionali in questo ambito non siano ancora sfruttati a pieno dalla comunità: a Trieste 40.879 su un totale di 104.797 tessere rilasciate ai cittadini risultano non utilizzate negli ultimi due anni, a Gorizia le tessere inattive sono 15.628 su un totale di 65.985. Non c'è dubbio che i nostri associati abbasseranno il prezzo alla pompa alla luce della disponibilità manifestata dalle compagnie petrolifere.

"È confortante che le parti abbiano condiviso un percorso comune per evitare che troppo denaro dei cittadini finisca all'estero, con una pesante penalizzazione per le entrate tributarie e per una categoria che soffre inevitabilmente la concorrenza degli operatori stranieri", ha detto il presidente camerale Antonio Paoletti.

Una delle spese più scottanti che certamente ogni automobilista deve affrontare è sicuramente quella legata al carburante, benzina e gasolio infatti obbligano ogni utente a corrispondere delle uscite mensili non indifferenti, con la benzina che detiene il primato come carburante più costoso, seguita dal gasolio per i motori diesel che presto però si allineerà alla sorella maggiore. "Per tante imprese questa sarà una fondamentale boccata di ossigeno".