Da Governo bonus di 500 euro per Pc,Tablet e Internet

Da Governo bonus di 500 euro per Pc,Tablet e Internet

Il bonus non potrà essere utilizzato per acquistare singole componenti, ad esempio cpu o gpu, ma solo per Pc preassemblati.

Il Piano Famiglie, che ha ottenuto il via libera della Commissione europea, ha l'obiettivo di sostenere la connessioni a internet di circa 2,2 milioni di famiglie, con lo stanziamento di 200 milioni di euro.

Oltre alle famiglie, gli interventi del MISE prendono in considerazione anche la digitalizzazione delle imprese con un bonus dell'importo tra i 500 e i 2.000 euro.

Secondo le indiscrezioni, il bonus internet e PC dovrebbe essere rilasciato sotto forma di voucher e dovrebbe avere un valore massimo di 500 euro: 300 di questi potranno essere utilizzati per l'acquisto di PC o tablet, mentre i restanti 200 potranno essere utilizzati per servizi di connessione a banda ultra larga. L'erogazione dei contributi dovrebbe iniziare a settembre. Le richieste potranno pervenire a partire dal 1° settembre 2020.

In un primo momento potranno richiedere le agevolazioni unicamente le famiglie con un reddito basso.

Come avevamo accennato, oltre alle famiglie è previsto un bonus anche per le imprese. A questo scopo sono stati stanziati qualcosa come 200 milioni di euro.

Gli interventi saranno gestiti da Infratel, che svilupperà un portale online sul quale gli operatori dovranno registrarsi. La strategia per la connettività è stata messa in atto dal MISE con CoBul (Comitato per la diffusione della Banda Ultralarga).

Inizialmente potranno fare domanda domanda i nuclei familiari con redditi bassi. Tale incentivo rientra nel piano voucher per le famiglie, previsto dal Mise, per consentire a tutti di avere computer, device e una connessione internet.

Sono incentivate le nuove attivazioni e i salti di capacità (da meno di 30 a 30-100 Mbps e da 30-100 a maggiore di 100 Mbps fino a 1 Gbps).

"Oggi ci troviamo di fronte a una società in cui l'uso della tecnologia è notevolmente accelerato a seguito dell'emergenza Covid", ha spiegato Patuanelli. "Sono cambiate le abitudini di vita quotidiana delle famiglie ed è per questo che il Governo ha messo in campo risorse e interventi per promuovere sia la connettività scolastica, al fine di garantire sia docenti che studenti. utilizzo di strumenti innovativi, e per sostenere le famiglie meno abbienti con buoni speciali ".

Il particolare, al di là delle scuole per le quali sono previsti oltre 400 milioni di euro, per collegare gli oltre 32.000 plessi scolastici a 1 giga in tutta Italia, con l'avvio dei bandi e le prime attivazioni già a partire dal prossimo settembre, il Piano Famiglie prevede appunto i voucher. "Tutti devono poter aver accesso alle nuove tecnologie e per raggiungere questo fondamentale obiettivo siamo impegnati a favorire e accelerare gli investimenti in digitalizzazione e diffusione della banda ultralarga, indicandole tra le priorità dell'Italia nell'ambito del Recovery Plan".