Cts: Internazionali d'Italia a porte chiuse

Cts: Internazionali d'Italia a porte chiuse

Nonostante i grandi sforzi della FIT, gli Internazionali D'Italia 2020 con tutta probabilità si giocheranno a porte chiuse. Giunge voce che il CTS (Comitato tecnico scientifico) abbia respinto le linee guida della Federazione italiana tennis in merito alla possibilità di ospitare il pubblico sugli spalti del Foro Italico, anche con capienza ridotta e misure severe all'ingresso, incluso un distanziamento tra gli spettatori. Nel comunicato le misure preventive sono definite non adatte ad evitare i rischi della curva dei contagi, alla luce dell'attuale situazione dell'emergenza sanitaria.

Il Cts ha analizzato le proposte della federtennis ritenendo non accettabile la presenza giornaliera di 17mila spettatori. Stesso discorso anche per i 12 campi minori, pur con dei seggiolini in questo caso leggermente più ampi. Sulle valutazioni del Cts ha pesato anche l'esito disastroso dell'Adria Tour, organizzato da Novak Djokovic, che è risultato in seguito positivo insieme ad altri giocatori come Dimitrov e Coric, ma anche l'evoluzione di recenti esibizioni negli Stati Uniti. È prevista nelle prossime ore la reazione da parte della Federtennis che dovrebbe procedere con il rimborso dei biglietti già acquistati dagli appassionati.