Coronavirus: aumentano i casi in Grecia, obbligo mascherine

Coronavirus: aumentano i casi in Grecia, obbligo mascherine

In Grecia aumentano i casi di coronavirus. La stretta sulle norme è stata decisa dopo che venerdì sono stati registrati 78 nuovi casi di Covid-19 nelle 24 ore, un numero record dalla fine del lockdown. Eppure, con l'estate e i relativi movimenti di persone all'interno dell'Unione Europea, è in atto un aumento dei contagi anche in Grecia.

La Grecia ad Aprile era uno dei paesi europei con meno casi di coronavirus in Europa. Effettivamente, in un Paese come la Grecia dove il turismo è la principale voce del Pil, i numeri non sono certo quelli che registrano altre zone. Immediatamente, è scattato l'allarme con nuove restrizioni: da sabato primo agosto è obbligatorio l'uso di mascherine in tutti i luoghi pubblici chiusi, chiese comprese. In totale si parla infatti di 4.587 casi, ma quest'ultimi sono in aumento.

La scorsa settimana, il governo ha già imposto l'obbligo di mascherine nei negozi e sui mezzi di trasporto pubblici.

Ad annunciare il provvedimento è stato il viceministro della protezione civile Nikos Hardalias.

Sempre al chiuso, nei luoghi di intrattenimento, sarà proibito fino al 9 agosto stare in piedi. Dunque, solo posti a sedere e distanziati. Sospese fino al 15 agosto anche le visite in ospedale e cancellati fino al 31 agosto tutte le feste religiose. Al momento, invece, 9 i pazienti in terapia intensiva.