Champions League, Guardiola: "Se non la vinco avrò fallito" - Sportmediaset

Champions League, Guardiola:

MANCHESTER CITY / REAL MADRID / PRONOSTICO - Il 2-1 dell'andata favorisce il City, che vedono sempre più prossimi i quarti; i Blancos proveranno a compiere un autentico miracolo sportivo, ribaltando un pronostico che sembra già scritto.

Guardiola ha parlato del ritorno in campo e delle sue ambizioni tramite i microfoni di Dazn.

Pep Guardiola ha parlato della sua stagione ma soprattutto dell'ambizione che riguarda la Champions League, obiettivo primario del club inglese.

Juventus e Real Madrid, finalisti dell'edizione 2016 giocata al Millenium Stadium di Cardiff (Galles) con la vittoria per 4-1 dei Blancos, non prenderanno parte al Final Eight di Lisbona della Champions League.

"Bisogna vincere perché non so che proverei nel vedere che ancora non è successo". Ci ho provato il primo anno, il secondo, il terzo, il quarto? Se posso giocarla, posso vincerla - ha ammesso il tecnico catalano -.

"Il rivale più duro che abbia mai affrontato nella mia carriera è il Liverpool di quest'anno e dello scorso".

"Calcio post pandemia? Speriamo di non allontanarci dal tifoso e dedicarci solo al business". E quando sei invece tu a dominare, corrono come nessun altro e sono velocissimi nell'indietreggiare.

In svantaggio dopo appena 12 minuti di gioco per un rigore piuttosto dubbio e trasformato con un tiro a a cucchiaio da Depay, gli juventini sono riusciti a trovare il punto del pareggio al 43', grazie ad un calcio di rigore (anche in questo caso molto discutibile) magistralmente trasformato (Lopes a destra, palla a sinistra) da Cristiano Ronaldo. "Nel mondo tutti i servizi si stanno riadattando a questa situazione", ha concluso l'allenatore dei Citizens.